manifestazione – Gustosamente.it https://www.gustosamente.it Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia Thu, 13 Jun 2019 11:12:05 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.2.2 https://i0.wp.com/www.gustosamente.it/wp-content/uploads/2016/03/cropped-gustosamente_icon.png?fit=32%2C32&ssl=1 manifestazione – Gustosamente.it https://www.gustosamente.it 32 32 105430353 Gourmandia 2019, viaggio nel mondo della lievitazione https://www.gustosamente.it/gourmandia-2019/ Fri, 12 Apr 2019 16:30:40 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=7011 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Dal 13 al 15 aprile, all’Opendream nell’area Ex Pagnossin di Treviso (via Noalese 94), è in programma Gourmandia 2019, una tre giorni per scoprire il mondo dei lievitati tra pane, pizza e dolci di tutta Italia. Protagonisti della manifestazione, giunta alla sua quarta edizione e per la prima volta a Treviso, saranno anche gli artigiani …

Gourmandia 2019, viaggio nel mondo della lievitazione
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Dal 13 al 15 aprile, all’Opendream nell’area Ex Pagnossin di Treviso (via Noalese 94), è in programma Gourmandia 2019, una tre giorni per scoprire il mondo dei lievitati tra pane, pizza e dolci di tutta Italia.

Protagonisti della manifestazione, giunta alla sua quarta edizione e per la prima volta a Treviso, saranno anche gli artigiani del gusto, con una grande selezione di prodotti di qualità, nuove da assaggiare e acquistare.

Ad aprire le danze con gli eventi dedicati ai lievitati, sabato 13 aprile alle 13.00, sarà Denis Lovatel della Pizzeria da Ezio di Alano di Piave (Belluno), che per Molino Rachello sarà il protagonista, assieme alla sua celebre pizza tonda crunch, dell’appuntamento Sapori di Oasi #1: Identità di Montagna. Alle 15.00 invece sarà la volta di Nicola Fiasconaro della Pasticceria Fiasconaro di Castelbuono (Palermo), che delizierà i visitatori con la sua celebre colomba pasquale.

Domenica 14 aprile, alle ore 10.30, Massimo Alverà della Pasticceria Alverà di Cortina d’Ampezzo (Belluno)porterà il suo Dolce della Rinascita, nocciole e gianduia, preparato con le farine di Molino Quaglia. Alle 12.10, sempre per Molino Quaglia, seguirà il Brunch del nostro territorio, a cura di Alberto Arrigoni della Pizzeria Arrigoni & Basso di Zero Branco (Treviso).

Alle 13 appuntamento con Spinaci e Salmerino: Enrico Dal Farra de Officine – La Fabbrica del Buon Gusto di Santa Giustina (Belluno) realizzerà con le farine di Molino Quaglia una pizza tonda con impasto a lievitazione mista, gel di segale integrale, semi di lino, sesamo, girasole e granella di nocciole con spinacio “cotto non cotto”, salmerino in bassa temperatura e crema di pomodorino secco bio, basilico, mandorle e olio Evo Bio.

La pizza sarà la protagonista anche di Sapori di Oasi #2: Ritorno alla natura: qui lo chef Michele Potenza e Leonardo Spagnolo prepareranno una pizza in teglino gourmet a quattro mani. Per gli impasti utilizzeranno le farine di Molino Rachello. Alle 16.20 invece, per Molino Quaglia, spazio ai dolci di Massimo Albanese della Pasticceria Max di Treviso.

Lunedì 15 aprile, alle ore 10.30, appuntamento con la Colomba Pasquale – Edizione Speciale 2019 di Davide Lucian, della Pasticceria Lucian di Mezzana (Trento) per Molino Quaglia. Per la sua preparazione Davide si è ispirato ai profumi della primavera: un impasto classico arricchito con arance, limone, cedro e mandarini canditi, legati da succo di zenzero e infusione di alloro.

Alle 12.00 invece sarà la volta di Sapori di Oasi #3, Alle Radici del Gusto, dove la raffinata creatività di Andrea Valentinetti, premiato chef del ristorante Radici “Terra e Gusto” di Padova, si unisce al talento di Andrea Rossetti e alle mani di Michael Sartor, tecnico pizzaiolo di Molino Rachello, per una demo dedicata alla pizza gourmet.

Panettiere al lavoro
Panettiere al lavoro (foto di Pexel)

Alle 12.10 Ruggero Ravagnan, della Pizzeria Gregoris di Mestre (Venezia), preparerà due gustose ricette in cui il protagonista assoluto sarà il pane preparato con farine di Molino Quaglia: il pane con burro e sarde di Pellestrina e pane con humus di ceci, peperoni e kefir.

Alle 13 sarà la volta di Nuvola, Profumi di Primavera, in cui Angelo Di Lieto della Pizzeria La Fenice di Belluno delizierà i visitatori con una pizza realizzata con farine tipo 1 e tipo 0 di Molino Quaglia. Il topping sarà composto da crema di asparagi verdi, stracciatella pugliese di latte Trentino, asparagi bianchi di Cimadolmo, pancetta cotta la Giovanna (Capitelli), mimosa d’uovo, zest di sfusato d’Amalfi e pepe nero.

Sempre per Molino Quaglia, alle 13.50, Massimo Frighetto e Michele Colpo della Pizzeria Premiata Fabbrica di Bassano del Grappa (Vicenza) prepareranno la loro pizza Bassanese con asparagi Dop di Bassano, uova, mozzarella, piselli di Borso, fragole fermentate e germogli di pisello.

Ultimo appuntamento di Gourmandia con i lievitati sarà Sapori di Oasi #4, alle ore 14.00: qui lo chef Martino Scarpa e Mattia Pivetta si avvicenderanno per una degustazione di pizze in pala realizzate con farine italiane coltivate in Oasi di Molino Rachello, farcite con ingredienti freschi provenienti dalla laguna.

Ingresso adulti,  10 euro; ingresso bambini (6-12 anni), 5 euro.

Gourmandia 2019, viaggio nel mondo della lievitazione
Redazione

]]>
7011
A San Lazzaro di Savena grande festa con i cibi di strada https://www.gustosamente.it/food-beer-fest/ Fri, 22 Mar 2019 10:59:29 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=6934 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Da giovedì  25 aprile a domenica 28 aprile, dall’ora di pranzo a quella della cena, in Piazza Bracci di San Lazzaro di Savena (Bologna) si rinnova il tradizionale appuntamento primaverile con San Lazzaro Food & Beer Fest. Protagonisti di San Lazzaro Food & Beer Fest i cibi di strada della tradizione italiana, con una interessante carrellata …

A San Lazzaro di Savena grande festa con i cibi di strada
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

San Lazzaro Food Beer & Fest
San Lazzaro Food Beer & Fest

Da giovedì  25 aprile a domenica 28 aprile, dall’ora di pranzo a quella della cena, in Piazza Bracci di San Lazzaro di Savena (Bologna) si rinnova il tradizionale appuntamento primaverile con San Lazzaro Food & Beer Fest.

Protagonisti di San Lazzaro Food & Beer Fest i cibi di strada della tradizione italiana, con una interessante carrellata di specialità provenienti da varie parti dello Stivale.

A grandi classici come gli arrosticini abruzzesi, la porchetta dall’Umbria, il fritto e le olive all’ascolana dalle Marche, il pesce fritto dalla Romagna – presente anche con l’originale piadina di filiera certificata – si uniranno stand dove gustare il panino con il lampredotto da Firenze, le crêpe dolci firmate Bombocrep e ancora hamburger d’autore, polenta, barbecue e molto altro.

Ampio spazio dedicato alle birre di qualità, con una decina di spine selezionate dai Beer Brothers On The Road (attivi da anni nel bolognese nella realizzazione di appuntamenti birrari e di street food) che ospiteranno le creazioni di piccoli produttori del comparto artigianale, bolognese e non solo, oltre ad ospiti stranieri. E poi vino, cocktail, bibite e succhi di frutta.

Il programma prevede anche concerti dal vivo per tutti i gusti e spettacoli ed intrattenimento per grandi e piccini, per i quali è prevista anche un’apposita area gestita dai volontari di Bimbo Tu Onlus (www.bimbotu.it), realtà con sede proprio a San Lazzaro da anni impegnata nell’assistenza e sostegno ai piccoli degenti dell’Ospedale Bellaria, ormai storica compagna di viaggio del San Lazzaro Food & Beer Fest.

A San Lazzaro di Savena grande festa con i cibi di strada
Redazione

]]>
6934
A Gulfood il matrimonio tra pizza e balsamico diventa internazionale https://www.gustosamente.it/aceto-de-nigris/ Fri, 22 Feb 2019 17:20:31 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=6792 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Fa sempre piacere sottolineare gli eventi in cui i valori della tradizione italiana vengono apprezzati e, magari, condivisi con gli appassionati di altri Paesi, spesso di cultura ed usanze diverse dalle nostre. È il caso del Gruppo De Nigris, portavoce della cultura dell’Aceto Balsamico di Modena attraverso la “cucina delle acidità”, ossia il matrimonio tra il …

A Gulfood il matrimonio tra pizza e balsamico diventa internazionale
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Fa sempre piacere sottolineare gli eventi in cui i valori della tradizione italiana vengono apprezzati e, magari, condivisi con gli appassionati di altri Paesi, spesso di cultura ed usanze diverse dalle nostre.

È il caso del Gruppo De Nigris, portavoce della cultura dell’Aceto Balsamico di Modena attraverso la “cucina delle acidità”, ossia il matrimonio tra il prezioso IGP e i piatti della tradizione italiana compiuto sotto la mano esperta di grandi maestri della nostra cucina.

Camillo Cadeo e la sua pizza gourmet all'aceto balsamico
Camillo Cadeo e la sua pizza gourmet all’aceto balsamico De Nigris

In Italia il Gruppo De Nigris si è fatto portavoce della cultura dell’Aceto Balsamico di Modena attraverso la cucina delle acidità, questo il nome del matrimonio tra il prezioso IGP e i piatti della tradizione italiana compiuto sotto la mano esperta di grandi maestri della nostra cucina.

Una evoluzione del gusto, nel rispetto dei valori del made in Italy, che è arrivata anche all’ultima edizione di Gulfood, la più grande manifestazione al mondo dedicata al cibo e alle bevande che si è svolta a Dubai dal 17 al 21 febbraio, affascinando subito il vasto di operatori del settore.

Quest’anno i prodotti del Gruppo che hanno attirato la loro attenzione degli operatori sono stati in particolare gli aceti della salute: MelamadreAceto di Melograno e Aceto di Cocco, tutti bio, non filtrati, con madre naturale non pastorizzati e senza glutine.

La Cucina delle acidità di De Nigris è entrata in gioco negli show cooking allestiti nello spazio del Consorzio Tradizione Italiana e del cooking lab ITA, grazie a due campioni come Sandro Falbo, executive chef del Waldorf Astoria e del ristorante stellato di Heinz Beck a Dubai, e Camillo Caddeo, maestro della pizza che ha creato inaspettate unioni di sapori nelle sue pizze gourmet all’aceto balsamico di Modena IGP fatte con le farine Selezioni Casillo.

Una storia nata a fine Ottocento

Bisogna tornare al lontano 1889 per individuare l’anno di nascita dell’Acetificio M. De Nigris, per opera di Armando, il fondatore. Inizia alla fine dell’Ottocento la storia di un’azienda che affonda le proprie origini nella ricca e fertile provincia di Napoli, in quel mezzogiorno d’Italia vocato alla ortofrutticoltura ed alla viticoltura, vero e proprio bacino per le produzioni destinate al nord Italia ed ai mercati europei.

Una bottiglia di Aceto Balsamico De Nigris del 1939
Una bottiglia di Aceto Balsamico De Nigris del 1939 (da assocentenari.it)

Marcello De Nigris ebbe l’intuizione di produrre in scala industriale quella che per molte famiglie era una consuetudine. Avviò una produzione di aceti di vino di eccellente qualità, vantando ricette centenarie tramandate da generazioni e facendo sì che l’aceto, da prodotto marginale, diventasse presto un condimento italiano riconosciuto in tutto il mondo. Intuì da subito che la qualità andava tutelata e conseguì la prima registrazione del marchio già nel 1942.

La ricerca della qualità ha spinto poi la famiglia a seguire le eccellenze di quei prodotti, giacimenti di passione e sapori. De Nigris non poteva dunque che innamorarsi di Modena e del suo aceto. Lo sentì subito suo, e percepì che doveva fare qualcosa per questo tesoro della cultura emiliana.

Oggi la De Nigris è un’azienda italiana con un forte radicamento a Modena e Reggio Emilia, nel cuore dell’Aceto Balsamico di Modena IGP, ma ciò nonostante si apprestano ad inaugurare il nuovo stabilimento di Caivano confermando la propria presenza industriale nel Sud Italia.

A Gulfood il matrimonio tra pizza e balsamico diventa internazionale
Redazione

]]>
6792
Per San Valentino il Lago di Garda è … in Love https://www.gustosamente.it/garda-in-love/ Sat, 09 Feb 2019 11:57:57 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=6672 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Non poteva che essere il Chiaretto di Bardolino il vino ufficiale di Lago di Garda in Love, quattro giorni dedicati agli innamorati in occasione di San Valentino. Da giovedì 14 a domenica 17 febbraio Garda, Peschiera del Garda, Castelnuovo del Garda, Lazise, Bardolino, Torri del Benaco e Jesolo ospiteranno una serie di eventi dedicati alla celebrazione dell’amore. Per l’occasione il Consorzio …

Per San Valentino il Lago di Garda è … in Love
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Bottiglia di Chiaretto Lago di Garda in love
Bottiglia di Chiaretto Lago di Garda in love

Non poteva che essere il Chiaretto di Bardolino il vino ufficiale di Lago di Garda in Love, quattro giorni dedicati agli innamorati in occasione di San Valentino.

Da giovedì 14 a domenica 17 febbraio Garda, Peschiera del Garda, Castelnuovo del Garda, Lazise, Bardolino, Torri del Benaco e Jesolo ospiteranno una serie di eventi dedicati alla celebrazione dell’amore. Per l’occasione il Consorzio di Tutela Chiaretto e Bardolino ha creato una bottiglia speciale con l’etichetta dedicata all’evento.

L’inaugurazione ufficiale di Lago di Garda in Love sarà a Bardolino (Verona), sul lungolago Lenotti, dove il 14 febbraio alle ore 11.00 si brinderà al sentimento più tenero con il Chiaretto. Sempre a Bardolino, davanti al Parco di Villa Carrara Bottagisio, durante tutti e quattro i giorni della manifestazione ci sarà Chiaretto in Love, un angolo tutto dedicato al rosé gardesano, aperto dalle 12.00 alle 19.00. Assieme al Chiaretto si potranno assaggiare i nodini d’amore del Pastificio Avesani e le sfogliatine di Villafranca.

Sabato 16 febbraio, dalle 15.30 alle 16.30, ci sarà invece lo show cooking dedicato al radicchio di Verona IGP, guidato da Vanessa Lorenzetti, chef e terapista alimentare, e dal giornalista enogastronomico Angelo Peretti, che spiegherà come abbinare il Chiaretto con i piatti proposti. Alle 18.15 appuntamento con Soffi di Passione…in rosa, una cascata di coriandoli rosa che cadrà su Bardolino: le fortunate coppie che troveranno il coriandolo rosso con la scritta Chiaretto vinceranno la bottiglia appositamente creata per l’evento.

Anche a Garda ci sarà uno spazio tutto dedicato ai sapori del luogo: nel padiglione Vela del Cuore, aperto tutti i giorni dalle 12.00 alle 19.00, si potranno degustare assieme al Chiaretto il Risotto del Cuore con il Radicchio di Verona IGP e la Torta Sbrisolona al radicchio. Qui l’appuntamento con lo show cooking è per domenica 17 febbraio, quando lo chef Andrea Cesaro e Angelo Peretti spiegheranno come abbinare il Chiaretto al Radicchio di Verona IGP.

In piazza Calderini di Torri del Benaco, ad Un bacio lungo un minuto, in programma il giorno di San Valentino alle 18.00, gli innamorati potranno scambiarsi un lungo bacio nel cuore rosso allestito per l’occasione. Le prime cento coppie che si registreranno nel sito www.lagodigardainlove.it e che saranno presenti all’evento vinceranno la bottiglia di Chiaretto in edizione limitata.

Durante i quattro giorni di Lago di Garda in Love saranno inoltre messi in palio cento ingressi gratuiti per l’Anteprima del Chiaretto, in programma il 10 e 11 marzo a Lazise: oltre sessanta produttori presenteranno in anteprima l’annata 2018 del Chiaretto prodotto sulle due riviere del Garda, quella veneta e quella lombarda.

Il rosé di Bardolino è il vino ufficiale anche di Jesolo in Love, evento in programma dal 14 al 17 febbraio nella cittadina affacciata sull’Adriatico. Qui si potrà brindare all’amore con il Chiaretto direttamente sulla Terrazza d’Amore, posta su uno degli edifici più alti di Piazza Mazzini, che per l’evento ospiterà un grande cuore rosso.

Per San Valentino il Lago di Garda è … in Love
Redazione

]]>
6672
Ti piacciono le mele? Allora adotta un melo a distanza https://www.gustosamente.it/adotta-un-melo/ Tue, 15 Jan 2019 12:40:48 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=6484 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Conoscete il proverbio che recita “una mela al giorno toglie il medico di torno”? Come succede con numerosi detti popolari, anche questo contiene un fondo di verità. La mela, infatti, è davvero una preziosa alleata della nostra salute per le tante proprietà che possiede, che si traducono in altrettanti benefici per il nostro benessere. Innanzitutto, …

Ti piacciono le mele? Allora adotta un melo a distanza
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Bimbe e mele in una foto d'altri tempi
Bimbe e mele in una foto d’altri tempi

Conoscete il proverbio che recita “una mela al giorno toglie il medico di torno”? Come succede con numerosi detti popolari, anche questo contiene un fondo di verità. La mela, infatti, è davvero una preziosa alleata della nostra salute per le tante proprietà che possiede, che si traducono in altrettanti benefici per il nostro benessere.

Innanzitutto, questo frutto contiene un alto livello di vitamine A (rafforza e mantiene sana la pelle, i capelli e le mucose, protegge dalle infezioni i polmoni ed è un prezioso presidio curativo nel trattamento dell’acne e delle foruncolosi), B (sostiene il fegato e il sistema nervoso ed ha un ruolo fondamentale nella trasformazione dei carboidrati in glucosio e nel metabolismo di lipidi e proteine) e soprattutto C, importante per le sue proprietà antiossidanti e per il rafforzamenti del sistema immunitario.

Poiché queste vitamine sono contenute nella buccia, è importante sottolineare che bisogna mangiare la mela come natura la propone. Per cui, se temete la presenza di pesticidi, scegliete il tipo biologico ma non scartate mai la buccia!

Poi, il 12-18% del peso della mela è costituito da zuccheri, importante fonte energetica. Si tratta per lo più di fruttosio, uno zucchero naturale che presenta diverse proprietà, tra cui quella di tenere sotto controllo i valori glicemici e di evitare spiacevoli effetti lassativi.

La mela contiene anche calcio, ferro (entrambi contribuiscono ai processi metabolici), potassio (aiuta a mantenere in salute il cuore) e fibre, in particolare la pectina, utili contro i disturbi intestinali quali diarrea, diverticolite, gastroenterite, calcoli biliari.

Infine, poiché è composta principalmente d’acqua, la mela è particolarmente adatta nelle diete dimagranti, anche prima dei pasti, poiché contribuisce a sviluppare il senso di sazietà, senza dare difficoltà di digestione.

Il fascino di raccogliere le mele direttamente dall'albero
Il fascino di raccogliere le mele direttamente dall’albero

Se dopo aver letto quanto sopra siete decisi a diventare dei consumatori regolari di mele, allora vi può essere utile l’iniziativa Adotta un Melo a distanza lanciata dall’associazione Strada della Mela e dei Sapori delle Valli di Non e di Sole. Iniziativa che può essere sintetizzata così: dai un nome al tuo melo, scegli il pacchetto che fa per te e in autunno vai a raccogliere le mele direttamente dall’albero adottato.

Vengono proposti vari pacchetti il cui contenuto dipende dalla quota versata per l'”adozione”: 18 euro, una cassa di mele da 15 chili; 26 euro, una cassa di mele da 15 chili e la partecipazione al laboratorio Le mani in pasta per imparare a preparare uno strudel a regola d’arte; 33 euro, due casse di mele per un totale di 30 chili; 40 euro, una cassa di mele da 15 chili, un grembiule con pettorina loggato, la partecipazione al laboratorio Le mani in pasta; 50 euro,  una cassa di mele da 15 chili, il ricettario La mela dolci trasformazioni, un gembiule con terrorina loggato, la partecipazione al laboratorio Le mani in pasta.

La raccolta delle mele è programmata per sabato 12 e domenica 13 ottobre durante la manifestazione Pomaria a Livo (Trento), weekend in cui si terrà anche il laboratorio Le mani in pasta – La preparazione dello strudel. Per i possessori di buoni da 18 e 33 euro è prevista un raccolta alternativa a quella di ottobre: si svolgerà sabato 21 settembre presso il Frutteto Storico di Cles (Trento).

Attenzione, però: il buono Adotta un melo a distanza è valido solo per le date citate e decade nel caso della mancata partecipazione alle attività da parte del sottoscrittore.

 

Ti piacciono le mele? Allora adotta un melo a distanza
Redazione

]]>
6484
Formandi 2018: sfida fra malghe a colpi di formaggio https://www.gustosamente.it/formandi-2018/ Fri, 21 Dec 2018 17:55:09 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=6434 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Domenica 16 dicembre, a Sutrio (Udine) 24 malghe della Carnia, del Canal del Ferro-Val Canale e del Pordenonese si sono sfidate a suon di degustazioni. In palio il titolo di miglior formaggio di malga della montagna friulana della produzione 2018, nell’ambito di Formandi, manifestazione che ha lo scopo di valorizzare uno dei tesori della montagna …

Formandi 2018: sfida fra malghe a colpi di formaggio
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Domenica 16 dicembre, a Sutrio (Udine) 24 malghe della Carnia, del Canal del Ferro-Val Canale e del Pordenonese si sono sfidate a suon di degustazioni.

In palio il titolo di miglior formaggio di malga della montagna friulana della produzione 2018, nell’ambito di Formandi, manifestazione che ha lo scopo di valorizzare uno dei tesori della montagna della regione, il formaggio di malga appunto, assieme ad altri prodotti montani. Ad esempio, il pubblico presente ha potuto degustare i formaggi in gara in abbinamento ad una selezione di Vini Naturali del Friuli VG.

Sfida di formaggi di malga a Formandi 2018

Alla fine di una approfondita “disanima gustativa” dei concorrenti, la giuria di Formandi costituita da esperti del settore ha decretato la composizione del podio dell’edizione 2018.

Sul gradino più alto è salita la Malga Montasio, con piazza d’onore per la Malga Lavareit. Terzo posto per la Malga Pramosio. Il premio popolare, assegnato dal pubblico che ha partecipato attivamente alla manifestazione, è andato alla Malga Zoufplan.

Il giorno successivo Formandi ha proposto l’Asta di formaggi di malga del Friuli Venezia Giulia, che ha dato modo ai partecipanti di aggiudicarsi i prodotti nella monticazione 2018, già in parte introvabili, e alcune forme particolarmente pregiate e solitamente irreperibili.

Sono stati proposti 28 lotti di tre forme ciascuno, comprese sette forme di alta stagionatura e tre forme di malghe Presidio Slow Food. Per la cronaca, si è registrato un forte rialzo della base d’asta, con una media di 18 euro al chilo, con punte, per i lotti di alcune casere, che hanno toccato i 25 euro al chilo e di 30 euro per i Presidi Slow Food e le forme di alta stagionatura.

Formandi 2018: sfida fra malghe a colpi di formaggio
Redazione

]]>
6434
Da Artigiano in Fiera, alcune gustose indicazioni https://www.gustosamente.it/artigiano-in-fiera/ Sun, 09 Dec 2018 20:11:45 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=6377 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Devi prenderti il tuo tempo per goderti il vero senso dell’Artigiano in Fiera, che quest’anno si è svolta dall’1 al 9 dicembre nei padiglioni di Fiera Milano Rho-Pero. Come in tutte le grandi fiere, anche in Artigiano in Fiera (in apertura, assaggio di una Nocellara del Belice, l’oliva sicula per eccellenza), giunto alla 23esima edizione, bisogna …

Da Artigiano in Fiera, alcune gustose indicazioni
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Devi prenderti il tuo tempo per goderti il vero senso dell’Artigiano in Fiera, che quest’anno si è svolta dall’1 al 9 dicembre nei padiglioni di Fiera Milano Rho-Pero.

Come in tutte le grandi fiere, anche in Artigiano in Fiera (in apertura, assaggio di una Nocellara del Belice, l’oliva sicula per eccellenza), giunto alla 23esima edizione, bisogna saper separare il grano dalla pula… qualcosa sfugge sempre, ed è un vero peccato perché di qualità, originalità, di lavoro artigiano “come una volta” se ne trova.

Bisogna fermarsi, incrociare i loro sguardi, e queste persone capiscono che hai voglia di ascoltare, di sapere della loro passione, di toccare o assaggiare il frutto del loro lavoro.

Cesare Cabiddu è un artigiano del legno che predilige per i suoi lavori il legno della sua terra come ulivo, limone o il profumato ginepro, ma non disdegna anche alcuni legni esotici. È uno scultore che si è specializzato anche nella tecnica dell’intarsio e dell’intaglio e tutto parla del suo amore per la Sardegna. Il suo laboratorio In Wood Cun Sa Linna (cabiddu.cesare@gmail.com) si trova in Vico delle Grotte 3, a Villanovaforru, località collinare a metà strada tra Cagliari e Oristano.

Vogliamo comprare il pane Guttiau, e ci fermiamo al panificio artigianale Santa Lulla. Ce lo fanno assaggiare, sono sorridenti, accoglienti e, soprattutto, hanno un prodotto buonissimo! Il panificio Santa Lulla  (panificiosantalulla@tiscali.it) si trova ad Orune (Nuoro), in via Gramsci 8.

Siamo sotto Natale e, si sa, il torrone la fa da padrone. Troviamo banale andare nei soliti posti e ci facciamo incuriosire da due ragazzi (che poi scopriamo essere cugini) che propongono tavolette o bonbon di torrone trattato con cioccolato fondente, con del Pan di Spagna bagnato con il rum ed il liquore Strega e parecchie altre varianti. Parliamo con un simpatico e chiacchierone Mirko Lepore, orgoglioso di raccontare del suo Torreo (www.torreo.it), laboratorio a conduzione familiare che si trova a Grottaminarda (Avellino), in via Perugia 12.

Sempre in tema natalizio, veniamo attirati da un carretto antico dove una donna in costume tipico sardo rimesta il torrone ancora caldo. Ne avvolge una mandorla croccante, lo mette in una carta tipo ostia e ce la porge… una delizia! La signora è la moglie di uno dei titolari, i fratelli gemelli Pili. Ci invitano ad andare a trovarli in Barbagia, nel loro laboratorio di Tonara (Nuoro) e raccontano che la loro famiglia si tramanda questa antica tradizione artigianale dal lontano 1889 … non è escluso prima o poi si vada a trovarli! L’Antico Torronificio Pili è, come accennato, a Tonara (Nuoro), in Località Marti.

Non è commestibile, ma riempie gli occhi ammirare i lavori dei due fratelli palermitani Bongiorno. Fanno oggetti in ferro per arredamento. Siamo rimasti colpiti dalla riproduzione di alcuni animali creati partendo da fogli di lamina di ferro tagliati ad arte e poi dipinti… beh, il pavone, la civetta, il gallo… a  noi sono proprio piaciuti! E ci sono piaciuti loro, i due fratelli artisti. D’altronde, bisogna essere delle belle persone per vedere (e riprodurre) la bellezza in ciò che ci circonda. La Ditta Artigiana Nicolò Bongiorno (www.lettibongiorno.com) è a Partinico (Palermo), in Via De Santis 3.

(Testo e foto di Umberta Testa)

Testa in legno del cavallino della Giara realizzato da Cesare Cabiddu Il pane Guttiau del panificio artigianale Santa Lulla Mirko Lepore, orgoglioso del suo Torreo, laboratorio a conduzione familiare di Grottaminarda (Avellino) Una fase di preparazione del prelibato torrone di Tonara dei fratelli Pili Evoluzione moderna del famoso carretto siciliano

 

Da Artigiano in Fiera, alcune gustose indicazioni
Redazione

]]>
6377
Goodwine 2018: Neviglie fra enogastronomia e cultura https://www.gustosamente.it/neviglie-goodwine-2018/ Mon, 09 Jul 2018 12:51:21 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=5919 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Neviglie è un piccolo comune cuneese delle Langhe Occidentali. Questo paese a forte vocazione vinicola organizza Goodwine. Giunta alla 14esima edizione, Goodwine è una manifestazione in cui si fondono enogastronomia e cultura, a tradizione “langarola”. Infatti, la collina di Neviglie fu cara allo scrittore Beppe Fenoglio che la cita  nel suo Partigiano Johnny e soprattutto …

Goodwine 2018: Neviglie fra enogastronomia e cultura
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Neviglie è un piccolo comune cuneese delle Langhe Occidentali. Questo paese a forte vocazione vinicola organizza Goodwine.

Giunta alla 14esima edizione, Goodwine è una manifestazione in cui si fondono enogastronomia e cultura, a tradizione “langarola”. Infatti, la collina di Neviglie fu cara allo scrittore Beppe Fenoglio che la cita  nel suo Partigiano Johnny e soprattutto nel racconto Il trucco, dove il borgo e la campagna circostante fanno da sfondo alla narrazione di eventi partigiani

Strutturata in tre giorni, Goodwine 2018 prevede, il 13 luglio, l’apertura alle ore 19 con una mostra d’arte di Angela Bonetto Arte e Profumi, allestita all’interno della Chiesa dei Battuti a cui seguirà, alle 20, la cena con degustazione di vini dal titolo Enoverland: alla scoperta degli angoli remoti del vino, un giro del mondo del vino, con assaggi di etichette tipiche da Americhe, Australia, Africa e Europa.

Sabato 14 luglio, alle 17 il convegno dal titolo Viticoltura: la sostenibilità è il futuro, a cui seguirà, alle ore 20, un aperitivo nella suggestiva cornice del Parco degli Alpini. Alle ore 20.30 si svolgerà la Cena in piazzetta sotto ippocastani secolari.

Colline e vigneti a Neviglie
Colline e vigneti a Neviglie (da Langhe.net)

Domenica 15 luglio, dalle ore 10 alle ore 17 si svilupperà l’estemporanea di pittura Arte in Collina (goodwine#chiamal’arte) e per tutta la giornata i visitatori potranno passeggiare tra le bancarelle del Mercatino delle cose Belle e Buone.

Alle ore 11 Aperitivo in Piazza e, alle ore 16.30, nella Chiesa dei Battuti è prevista la consegna del Premio Caviot d’Argento 2018: un altro dei momenti che Neviglie dedica alla celebrazione e al riconoscimento dell’impegno dei protagonisti sul territorio.

Nello stesso luogo, alle ore 17.15 i ragazzi di Neviglie Green romperanno il salvadanaio 2017 attraverso un rito che si compie annualmente e che pone in risalto l’impegno dei giovanissimi del paese nella raccolta di fondi a scopo benefico.

La giornata proseguirà con la premiazione dell’estemporanea di pittura (ore 18.00), e Goodwine 2018 si concluderà alle ore 19 con l’immancabile (da queste parti) Merenda sinoira.

Per prenotare la degustazione dei vini e le cene del venerdì e del sabato, telefonare ai numeri 333.2527088 (Graziella) oppure via mail a Ivana Sarotto goodwine.neviglie@gmail.com entro giovedì 12 luglio.

Goodwine 2018: Neviglie fra enogastronomia e cultura
Redazione

]]>
5919