Lazio Tag

Spighe di farro
Se siete appassionati di romanzi storici ambientati nell’epoca di Roma antica, vi sarete senz’altro imbattuti nella descrizione di certe cene spartane a base di un “misterioso” puls. Il puls era una sorta di polenta di farro, il cereale più diffuso dell’antichità, come evidenziano ritrovamenti in Siria ed in Palestina risalenti a sette-ottomila anni fa. La diceria che l’impero romano fu costruito più con il farro (nella foto di apertura, le sue spighe) che con il ferro ha una componente di verità perché fu proprio il farro il sostentamento principale dei legionari.Leggi l'articolo
Coppiette di carne
Trattare di coppiette in periodo di San Valentino può essere fuorviante. Decisamente meno romantico, sicuramente più gustoso. Le Coppiette di cui vogliamo parlare su gustosamente.it sono infatti un prodotto storico laziale, più precisamente delle vallate dei Monti Ernici, tra Guarcino e Vico nel Lazio. Un tempo erano il cibo dei contadini quando lavoravano nei campi. Erano l’alimento che i pastori ed i butteri consumavano durante i loro viaggi di transumanza per la loro capacità di conservazione. Le Coppiette sono listarelle di circa 10-15 centimetri di lunghezza per 2 centimetri circaLeggi l'articolo
È arrivato l’autunno, la stagione della polenta, quella fatta di farina, acqua, sale. Polenta che, come succede spesso nella storia culinaria italiana, viene declinata in vario modo, da regione a regione. Prendete, ad esempio, i frascarelli, piatto povero della tradizione contadina marchigiana. Si tratta sostanzialmente di una sorta di polenta di farina, ma di grano, al cui interno originariamente venivano cotti dei grumi di farina ottenuti schizzando gocce d’acqua nella farina tramite dei rametti bagnati o frasche, da qui il nome del piatto. La ricetta per la  preparazione moderna diLeggi l'articolo
Il mercato di Campo de' Fiori
Campo de’ Fiori è una delle piazze più famose di Roma. Ma è anche l’unica piazza storica della Capitale polemicamente senza una chiesa! Chi non conosce, almeno per sentito nominare, Campo de’ Fiori a Roma? È una delle piazze più famose della Capitale, sede di uno storico e pittoresco mercato, la cui atmosfera popolare è stata ben resa dal film Campo de’ Fiori del 1943, con Anna Magnani ed Aldo Fabrizi. Ma sapete perché si chiama in un modo così pittoresco? Perché fino al Quattrocento questo spazio era un sempliceLeggi l'articolo
Ponte Rotto oggi.
Ponte Rotto è uno dei reperti più antichi di Roma, ed anche il meno conosciuto. Colpa di una storia fatta di fallimenti. I romani lo chiamano Ponte Rotto. Tra le infinite vestigia di Roma antica passa inosservato. Anche perché i turisti che passano sul moderno ponte Palatino, che gli sta accanto e collega Lungotevere Aventino con la parte nord di Trastevere, sono distratti dallo spettacolo dell’Isola Tiberina. Invece, Ponte Rotto è un importante cimelio che risale al secondo secolo a.C., ossia al periodo repubblicano di Roma, anche se di quel periodo rimaneLeggi l'articolo

Scritto il Feb 1, 2016Da Bruno BridaIn Lo sapevate che...?

La Roma del Giubileo ed altro ancora

Fino al 20 novembre 2016 è tempo del Giubileo straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco per rinvigorire la fede di ogni credente. Che si sia credenti o no, il Giubileo straordinario della Misericordia può offrire l’occasione per visitare Roma e conoscere quella sua porzione che gravita attorno alla Città del Vaticano. Il Vaticano è l’ultima città-stato indipendente ancora esistente in Europa. E’ anche lo Stato indipendente più piccolo del mondo sia per popolazione (circa 850 abitanti) sia per estensione territoriale (appena mezzo chilometro quadrato), ma è al secondo posto inLeggi l'articolo