enogastronomia – Gustosamente.it https://www.gustosamente.it Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia Sat, 13 Jul 2019 16:28:38 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.2.2 https://i0.wp.com/www.gustosamente.it/wp-content/uploads/2016/03/cropped-gustosamente_icon.png?fit=32%2C32&ssl=1 enogastronomia – Gustosamente.it https://www.gustosamente.it 32 32 105430353 Le vacanze italiane si fanno anche a tavola https://www.gustosamente.it/vacanze-enogastronomiche/ Sat, 13 Jul 2019 16:28:38 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=21539 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Sole, mare, relax, visita a città d’arte d’accordo ma le famiglie in ferie nel nostro Paese, che siano connazionali o stranieri, investono quasi un terzo del budget destinato alle vacanze alla tavola per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per cibo di strada o specialità enogastronomiche per un importo complessivo stimato …

Le vacanze italiane si fanno anche a tavola
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Sole, mare, relax, visita a città d’arte d’accordo ma le famiglie in ferie nel nostro Paese, che siano connazionali o stranieri, investono quasi un terzo del budget destinato alle vacanze alla tavola per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per cibo di strada o specialità enogastronomiche per un importo complessivo stimato nel 2019 in oltre 27 miliardi l’anno, il massimo storico di sempre. È quanto emerge dallo studio Coldiretti La vacanza Made in Italy nel piatto.

Non a caso il cibo rappresenta per quasi un italiano su cinque (19%) la principale motivazione di scelta del luogo di villeggiatura, mentre per un altro 53% costituisce uno dei criteri su cui basare la propria preferenza e solo un 5% dichiara di non prenderlo per niente in esame. Il 72% dei vacanzieri punta sui prodotti della cucina locale, mentre solo il 17% ricerca anche in villeggiatura i sapori di casa propria ed il resto si affida alla cucina internazionale.

L’enogastronomia vince anche tra i souvenir: il 42% dei turisti sceglie proprio un prodotto tipico da riportare a casa o regalare a parenti e amici come ricordo della propria villeggiatura. Tra le specialità più acquistate vince il vino, davanti a formaggi, salumi e olio extravergine d’oliva. Un fenomeno che vale ormai circa tre miliardi di euro. Ma va forte anche il “ricordo virtuale” con quasi un vacanziere su due (49%) che scatta food selfie per immortale i cibi che ha mangiato al ristorante o preparato in cucina per inviarlo a conoscenti o postarlo sui social.

La ricerca dei prodotti tipici è dunque diventato un ingrediente irrinunciabile delle vacanze in un Paese come l’Italia che è leader mondiale del turismo enogastronomico potendo contare sull’agricoltura più green d’Europa con 297 specialità Dop/Igp riconosciute a livello comunitario e 415 vini Doc/Docg, sulla leadership nel biologico con oltre 60mila aziende agricole biologiche, sulla decisione di non coltivare organismi geneticamente modificati (ogm), su 23mila agriturismi che conservano da generazioni i segreti della cucina contadina, su 10mila agricoltori in vendita diretta con Campagna Amica e sulle numerose iniziative di valorizzazione, dalle sagre alle strade del vino.

«L’Italia è il solo Paese al mondo che può contare primati nella qualità, nella sostenibilità ambientale e nella sicurezza della propria produzione agroalimentare che peraltro ha contribuito a mantenere nel tempo un territorio con paesaggi di una bellezza unica», dichiara il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare che «il buon cibo insieme al turismo e alla  cultura rappresentano le leve strategiche determinanti per un modello produttivo unico che ha vinto puntando sui valori dell’identità, della biodiversità e del legame territoriale».

Il successo favorisce le frodi

Le buone notizie come quella di cui abbiamo appena scritto hanno spesso un rovescio della medaglia, in questo caso costituito dai numerosi episodi di vino adulterato. Serve tolleranza zero sulle frodi che mettono a rischio lo sviluppo di un settore che è cresciuto puntando proprio su un grande percorso di valorizzazione qualitativa che ha portato il vino italiano a raggiungere il record storico di fatturato a  11 miliardi realizzato grazie alla crescita in valore sia nell’export (+3%) sia nei consumi (+4%).

Fanno registrare un balzo del 75% le notizie di reato nel settore vitivinicolo nel 2018 che si estendono dallo zuccheraggio alle falsificazioni delle etichette, dall’annacquatura all’aggiunta irregolare di aromi. C’è, poi, anche la commercializzazione on line di vini in polvere Wine Kit con l’utilizzo di prestigiosi marchi italiani.

Le frodi e la vinopirateria sono la principale minaccia al successo del settore del vino dove sono state smascherate dall’Ispettorato ben 194 notizie di reato nel 2018 con il sequestro di ben 15 milioni di chili di prodotto per un valore di 16,3 milioni di euro.

Alle frodi a livello nazionale si aggiungono gli inganni a danno del vino Made in Italy provocati dalla vinopirateria nei diversi continenti dove sono stati scoperti clamorosi falsi, dal Bordolino bianco e rosso con tanto di bandiera tricolore, ma prodotto in Argentina, al Chianti Made in Usa fino al Barbera bianco acquistato in Romania.

Gli ottimi risultati dell’attività delle forze dell’ordine confermano l’efficacia del sistema di controlli in Italia che vanno però sostenuti con la riforma dei reati in materia agroalimentare per aggiornare le norme attuali, risalenti anche agli inizi del 1900.

Le vacanze italiane si fanno anche a tavola
Redazione

]]>
21539
Forti nel gusto alla Tagliata Superiore di Civezzano https://www.gustosamente.it/fortezza-civezzano/ Fri, 12 Jul 2019 10:15:39 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=21509 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Ci sono luoghi che quotidianamente si attraversano senza sapere le meraviglie che possono nascondere. Uno di questi è la Strada dei Forti di Civezzano, poco fuori dalla città di Trento, chiamata così per la fortificazione che la caratterizza. La Strada del Vino e dei Sapori del Trentino offre un’occasione per rispondere a questa curiosità, grazie al secondo appuntamento …

Forti nel gusto alla Tagliata Superiore di Civezzano
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Fortezza di Civezzano

Ci sono luoghi che quotidianamente si attraversano senza sapere le meraviglie che possono nascondere. Uno di questi è la Strada dei Forti di Civezzano, poco fuori dalla città di Trento, chiamata così per la fortificazione che la caratterizza.

La Strada del Vino e dei Sapori del Trentino offre un’occasione per rispondere a questa curiosità, grazie al secondo appuntamento di Forti nel Gusto, rassegna storico-culturale organizzata in collaborazione con la Provincia Autonoma di Trento – Assessorato alla Cultura nell’ambito di un progetto di valorizzazione e promozione del Circuito dei forti del Trentino.

Il ritrovo è giovedì 18 luglio, ore 15.30, nei pressi della Tagliata Superiore di Civezzano, forte costruito sulla strada che collega Civezzano a Cognola tra il 1869 e il 1872, a controllo delle due strade che dalla Valsugana portavano a Trento.

Unico esempio integro di una tipologia di fortificazione di “transizione” tra le opere casamatte a fronte scoperto dei primi anni Sessanta dell’800 e le più tarde fortezze corazzate dello stile Vogl, fu disarmata allo scoppio del conflitto con l’Italia e risparmiata dalla demolizione forse perché ritenuta ancora funzionale all’alloggio delle truppe di fanteria. Passata all’erario militare italiano nel 1918, fu adattata a polveriera fino al 1956, quando venne ceduta al Comune di Civezzano.

La storia e le caratteristiche della costruzione verranno illustrate nel corso della visita guidata alla scoperta delle fortificazioni di Civezzano, che inizierà con un’escursione sul territorio curata dall’Ecomuseo Argentario in collaborazione con Albatros.

Nel corso dell’iniziativa si potrà apprezzare inoltre la mostra “Prima la terra” di Marco Simonini, fotografo con un’esperienza trentennale, ospitata nelle sale della tagliata. Una collezione di immagini volte ad evidenziare il rapporto tra l’uomo e l’agricoltura consapevole valorizzando al contempo il lavoro quotidiano degli agricoltori trentini.

Al termine di questa parentesi storico-artistica, vi sarà modo di gustare un pic-nic a base di eccellenze enogastronomiche 100% trentine, tra cui i formaggi di Azienda Agricola Le Mandre, i salumi di Macelleria Sighel, il pane di Panificio Moderno, i vini di Cantine Monfort, l’Acqua Levico e le mele La Trentina.

E, per chi vorrà abbinare questa coccola enogastronomica ad un momento di puro relax, verranno messi a disposizione dei partecipanti dei comodi plaid, da dove potersi godere anche il successivo concerto a cura del Nuovo Ensemble di Trento, con la performance di Osian Duo, formato dalla flautista Chiara Boschian Cuch e dal chitarrista Eduardo Cervera che proporrà musiche di  Y. Rios Dib, J. Francaix, R. Abraham, A. Piazzola e L. Brouwer.

La quota di partecipazione è di 15 euro, comprensivi di visita guidata, degustazione enogastronomica con calice in omaggio e spettacolo musicale.

Per info e prenotazioni, scrivere alla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino all’indirizzo info@stradavinotrentino.com o chiamare il numero 0461 921863.

La rassegna si conclude giovedì 1 agosto presso Forte Corno di Valdaone, Valle del Chiese.

Forti nel gusto alla Tagliata Superiore di Civezzano
Redazione

]]>
21509
Da Cròta an Cròta, una camminata tra natura ed enogastronomia langarola https://www.gustosamente.it/da-crota-an-crota-una-camminata-tra-natura-ed-enogastronomia-langarola/ Wed, 26 Jun 2019 15:54:36 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=20952 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

I produttori vitivinicoli, i ristoranti e la Pro Loco Amici di Montelupo (Cuneo) organizzano per domenica 30 giugno Da Cròta an Cròta. Si tratta di una divertente passeggiata tra cantine, vigneti e campi, per assaporare vini tipici, ottimi piatti e scoprire questo piccolo paese di Langa accompagnati da musiche e canti, oltre a creare un rapporto …

Da Cròta an Cròta, una camminata tra natura ed enogastronomia langarola
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

I produttori vitivinicoli, i ristoranti e la Pro Loco Amici di Montelupo (Cuneo) organizzano per domenica 30 giugno Da Cròta an Cròta. Si tratta di una divertente passeggiata tra cantine, vigneti e campi, per assaporare vini tipici, ottimi piatti e scoprire questo piccolo paese di Langa accompagnati da musiche e canti, oltre a creare un rapporto diretto tra produttori e consumatori.

Come si svolge l’evento

A tutti i partecipanti, all’atto dell’iscrizione verrà consegnato un bicchiere per la degustazione e, al termine della manifestazione, una bottiglia di vino con etichetta ricordo, offerta dai produttori di Montelupo Albese.

A tutti gli effetti Da Cròta an Cròta è una vera e propria camminata enogastronomica con un menù che si sviluppa tappa dopo tappa.

Partenza ore 9.15. Prima tappa, aperitivo presso Taverna Barb Bees (via Tagliata, 6); seconda tappa,  primo antipasto (insalatina di coniglio, castagne e castelmagno) presso l’azienda agricola Giachino Claudio (via Brantegna, 41); terza tappa, secondo antipasto  (battuta di fassona al coltello) presso Cantina Oriolo (via Pilone Sorba, 12); quarta tappa, terzo antipasto ( peperoni ripieni) presso Cantina Oriolo (via Pilone Sorba, 12); quinta tappa, primo piatto (agnolotti alla piemontese) presso l’azienda agricola Fratelli Berruto (via Mortizzo, 41); sesta tappa, secondo piatto (arrosto con contorno) presso l’azienda agricola Sobrero Giorgio (via o l, 13); settima tappa, formaggi misti presso La Ruota (via Mortizzo, 91); ottava tappa, arrivo verso le ore 15.

Prezzi: 30 euro gli adulti, 18 euro fino a 18 anni, gratis sotto i 12 anni.

Da Cròta an Cròta, una camminata tra natura ed enogastronomia langarola
Redazione

]]>
20952
Grado (GO), iniziano i Fish nic sull’isola Valle del Moro https://www.gustosamente.it/grado-fish-nic/ Thu, 20 Jun 2019 10:15:25 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=20897 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Domenica 30 giugno, riprendono il via a Grado (Gorizia) gli appuntamenti gourmet con il Fish nic, i pic nic in laguna che consentono di gustare piatti raffinati e prodotti tipici del territorio del Friuli Venezia Giulia (vini, olio, pesce, prodotti da forno) in una location spettacolare: l’isola Valle del Moro, una ex valle da pesca. …

Grado (GO), iniziano i Fish nic sull’isola Valle del Moro
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Vista aerea di Grado
Vista aerea di Grado

Domenica 30 giugno, riprendono il via a Grado (Gorizia) gli appuntamenti gourmet con il Fish nic, i pic nic in laguna che consentono di gustare piatti raffinati e prodotti tipici del territorio del Friuli Venezia Giulia (vini, olio, pesce, prodotti da forno) in una location spettacolare: l’isola Valle del Moro, una ex valle da pesca.

Le valli da pesca sono aree di laguna delimitate da argini o recinzioni dove si pratica la “vallicoltura”, una tipologia di itticoltura (allevamento del pesce) estensiva.

Le valli, le cui dimensioni possono variare notevolmente da poche decine di ettari sino a oltre un migliaio, nonostante siano di fatto un ambiente artificiale, sono fondamentali nel preservare il delicato ecosistema lagunare.

Per tale motivo il Consorzio Grado Turismo ha pensato di valorizzare questo straordinario patrimonio naturalistico-culturale (si tratta infatti di una pratica assai antica, ricordata già in documenti dell’XI secolo) organizzando un piacevole momento di convivialità, che coniuga l’aspetto legato alle tradizioni con quello enogastronomico.

A far conoscere i prodotti tipici del territorio saranno i resident chef che prepareranno gustosi e raffinati piatti e coinvolgeranno i partecipanti in un piacevole show cooking.

Fish nic all'isola Valle del Moro
Fish nic all’isola Valle del Moro

All’ora del pranzo, dopo il drink di benvenuto, all’ombra degli alberi, sarà sistemato tutto ciò che serve a godersi in serenità il pic nic (coperte, posate, bicchieri, tovaglie, cuscini).

A quel punto, ogni partecipante riceverà il proprio cestino con le pietanze preparate dagli chef in diversi punti dell’isola, con due postazioni di salato, una con le bevande e una con prodotti dolci, abbinati a vini Doc friulani.

Durante il Fish nic sarà possibile degustare anche il Santonego, il tipico liquore gradese a base di un mix di erbe di laguna, tra cui spicca l’assenzio marino.

Per l’appuntamento di giugno, gli chef proporranno un menù a base di pesce, con un occhio attento anche alla preparazione di gustosi piatti vegetariani. La prenotazione è obbligatoria, fino all’esaurimento dei posti disponibili. Il costo, omnicomprensivo, è fissato in 80 euro per gli adulti e 30 euro per i bambini.

Il ritrovo dei partecipanti è al porto Mandracchio, alle ore 10.30, per imbarcarsi a bordo dei taxi boat e raggiungere l’isola. Rientro previsto per le ore 16.15.

Altri due appuntamenti con il Fish nic sono in programma per domenica 4 agosto e domenica 9 settembre.

Grado (GO), iniziano i Fish nic sull’isola Valle del Moro
Redazione

]]>
20897
Nasce ad Agerola l’Accademia della gastronomia e del turismo https://www.gustosamente.it/accademia-della-gastronomia-e-del-turismo/ Tue, 18 Jun 2019 11:04:44 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=20879 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Nasce ad Agerola (Napoli) l’Accademia della gastronomia e del turismo, che si avvarrà del contributo di Heinz Beck, chef tre stelle Michelin e futuro direttore scientifico dell’Accademia. Il Campus, che nascerà nell’ex Colonia Montana, sorge su di un belvedere a picco sulla Costa di Amalfi con ampia veduta sul Golfo di Salerno, e ospiterà master, …

Nasce ad Agerola l’Accademia della gastronomia e del turismo
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Nasce ad Agerola (Napoli) l’Accademia della gastronomia e del turismo, che si avvarrà del contributo di Heinz Beck, chef tre stelle Michelin e futuro direttore scientifico dell’Accademia.

lLex Colonia montana di Agerola che sarà sede Polo Universitario per la formazione di figure professionali nel campo dell’enogastronomia etica e del turismo del futuro

Il Campus, che nascerà nell’ex Colonia Montana, sorge su di un belvedere a picco sulla Costa di Amalfi con ampia veduta sul Golfo di Salerno, e ospiterà master, corsi di alta formazione e corsi amatoriali nei settori della gastronomia dell’enologia.

L’edificio è costituito da 5 piani ed è corredato da ampi ambienti dedicati alle cucine, una sala destinata a mensa e ristorante didattico e una grande sala per attività convegnistiche, espositive e di promozione.

Al primo piano sono collocati gli ambienti destinati alla didattica, organizzati in 5 grandi aule specializzate per le diverse attività formative svolte dalla scuola: 2 aule training di cucina, 1 aula agorà, 1 aula pasticceria, 1 aula sommellerie.

Al secondo e terzo piano sono collocate 32 camere e 2 suites, per un totale di 72 posti letto, tutte dotate di bagno, per il soggiorno e il pernottamento degli allievi e dei fruitori delle attività della Colonia.

Nasce ad Agerola l’Accademia della gastronomia e del turismo
Redazione

]]>
20879
Sul Trasimeno si brinda con il nuovo rosé consortile https://www.gustosamente.it/trasimeno-rose/ Wed, 12 Jun 2019 10:43:46 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=19548 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Il cuore dell’Umbria torna a colorarsi di rosa per la seconda edizione del Trasimeno Rosé Festival. Sabato 22 giugno 2019 il Consorzio Tutela Vini Trasimeno lancerà la prima bottiglia del Trasimeno Rosé, vino consortile che si potrà assaggiare nelle cantine del Consorzio aperte per l’occasione e in quaranta ristoranti del territorio. Le aziende del Consorzio proporranno per tutta la giornata …

Sul Trasimeno si brinda con il nuovo rosé consortile
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Il cuore dell’Umbria torna a colorarsi di rosa per la seconda edizione del Trasimeno Rosé Festival. Sabato 22 giugno 2019 il Consorzio Tutela Vini Trasimeno lancerà la prima bottiglia del Trasimeno Rosé, vino consortile che si potrà assaggiare nelle cantine del Consorzio aperte per l’occasione e in quaranta ristoranti del territorio.

Le aziende del Consorzio proporranno per tutta la giornata visite in vigna e alle cantine, oltre a degustazioni guidate per scoprire i vini che nascono nell’area del Lago Trasimeno.

La locandina del Trasimeno Rosé Festival

I produttori che aderiscono alla giornata sono Cantina Berioli, Azienda Agraria Carlo e Marco Carini, Castello di Magione, Duca della Corgna, Vitivinicola Il Poggio, La Querciolana, Madrevite, Montemelino, Cantina Nofrini, Podere Marella, Pucciarella, Terre del Carpine, Poggio Santa Maria, Viandante e Coldibetto.

A partire dall’orario dell’aperitivo, quaranta ristoratori del territorio offriranno ai clienti un calice di benvenuto del rosé consortile, che ben si accompagna ai piatti della tradizione come il pesce di lago e la Fagiolina del Trasimeno. Tutti i locali si trovano nei borghi che circondano il lago: Castiglione del Lago, Paciano, Panicale, Passignano, Corciano, Città della Pieve, Magione, Piegaro e Tuoro.

I nomi dei locali e delle cantine aderenti sono disponibili sul sito trasimenodoc.it

 

Sul Trasimeno si brinda con il nuovo rosé consortile
Redazione

]]>
19548
I vini bianchi protagonisti nel castello di Costigliole d’Asti https://www.gustosamente.it/abaccabianca/ Wed, 12 Jun 2019 10:11:07 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=19537 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Domenica 16 giugno il castello Asinari di Costigliole d’Asti ospita l’evento Abaccabianca, con la presenza di 130 etichette, che racconta il Moscato, in tutte le sue sfaccettature: dalla sua grande storia fatta di bollicine dolci, l’Asti Spumante, la vinificazione in secco e la conquista del Canelli Docg. Dalle ore 11 alle ore 20 spazio alle …

I vini bianchi protagonisti nel castello di Costigliole d’Asti
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Domenica 16 giugno il castello Asinari di Costigliole d’Asti ospita l’evento Abaccabianca, con la presenza di 130 etichette, che racconta il Moscato, in tutte le sue sfaccettature: dalla sua grande storia fatta di bollicine dolci, l’Asti Spumante, la vinificazione in secco e la conquista del Canelli Docg.

Dalle ore 11 alle ore 20 spazio alle degustazioni, servite e raccontate dai sommelier dell’AIS, organizzatore insieme al Comune di questo appuntamento. Alle ore 18 sarà poi proposto uno speciale percorso con le vecchie annate di Moscato dal terroir di Canelli. ottenute dai diversi vitigni che rappresentano una importante produzione del territorio piemontese

Il castello di Costigliole d’Asti

Ospite della manifestazione sarà il Consorzio Tutela Vini Soave e Recioto di Soave, per una occasione di assaggio che arricchisce la capacità del confronto tra territori diversi, uniti dalla passione dell’Associazione Italiana Sommelier.

Ad accompagnare i vini, i salumi di Fungo Carni di Castello di Annone e per i golosi, il gelato di Gustevole, gelateria di Grugliasco. Sponsor della manifestazione, presente con i suoi prodotti, sarà Ghiotto Galfrè antipasti di Barge (CN) che presenterà le sue creme spalmabili dal gusto piemontese.

L’ingresso costa 20 euro e comprende il bicchiere e tutte le degustazioni dei vini presenti ai banchi d’assaggio. Info: www.aispiemonte.it.

I vini bianchi protagonisti nel castello di Costigliole d’Asti
Redazione

]]>
19537
Cena spettacolo nel Piazzale del Castello di Udine https://www.gustosamente.it/cena-spettacolo-udine/ Thu, 16 May 2019 14:39:50 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=11586 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

È stata scelta una location incomparabile per la prima delle Cene spettacolo 2019 dei Solisti del Gusto di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori. Sarà, infatti, il Castello di Udine a fare da quinta al Dinner Show con cui il gruppo delle eccellenze dell’enogastronomia regionale darà il via mercoledì 12 giugno al cartellone dei suoi appuntamenti estivi. L’appuntamento è …

Cena spettacolo nel Piazzale del Castello di Udine
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Via d'accesso al Castello di Udine
Via d’accesso al Castello di Udine

È stata scelta una location incomparabile per la prima delle Cene spettacolo 2019 dei Solisti del Gusto di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori.

Sarà, infatti, il Castello di Udine a fare da quinta al Dinner Show con cui il gruppo delle eccellenze dell’enogastronomia regionale darà il via mercoledì 12 giugno al cartellone dei suoi appuntamenti estivi.

L’appuntamento è sul far della sera, alle ore 19.30, nel Piazzale del Castello sulla cima del colle che domina la città, da cui si gode una stupenda vista su Udine e sui colli che le fanno da corona. Qui si snoderà uno straordinario percorso gourmet in 20 tappe, animato da altrettanti chef, 22 tra vignaioli e distillatori e 16 artigiani del gusto.

Titolo dell’evento è Aspettando il 25° Friuli DOC, dato che è stato pensato come una sorta di informale anteprima della notissima rassegna che anima Udine in settembre e che quest’anno il 12 settembre taglia il traguardo della 25°edizione. 

Via dei Sapori DinnerShow (foto di LauraTessaro)
Via dei Sapori DinnerShow (foto di LauraTessaro)

La Cena spettacolo avrà come ingredienti esclusivamente i prodotti agroalimentari tradizionali del Friuli Venezia Giulia, interpretati in maniera assolutamente personale dai 20 chef di Fvg Via dei Sapori, che prepareranno in diretta davanti al pubblico inediti piatti ad alta creatività.

Accanto ad ogni chef, altrettanti vignaioli proporranno raffinati abbinamenti fra cibi e vini. In chiusura, ciascun chef presenterà la sua personalissima interpretazione del dolce estivo. Alle postazioni dei ristoranti saranno alternati banchi di raffinati artigiani del gusto.

I dettagli del menu sono consultabili sul sito www.friuliviadeisapori.it. Costo della cena 60 euro. Per informazioni: Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori  Tel 0432 538752 – info@friuliviadeisapori.it.

Cena spettacolo nel Piazzale del Castello di Udine
Redazione

]]>
11586
“Porchettiamo”, torna il festival delle porchette d’Italia https://www.gustosamente.it/porchettiamo-2019/ Thu, 16 May 2019 09:39:34 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=11569 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Dal 17 al 19 maggio San Terenzio di Gualdo Cattaneo (Perugia) organizza la 11esima edizione di Porchettiamo – il Festival delle Porchette d’Italia, una delle manifestazioni enogastronomiche più rappresentative del centro Italia. Centro dell’evento sarà ancora una volta Piazza Vittorio Emanuele III, con i suoi stand espositivi e commerciali per l’acquisto esclusivo dei mini panini …

“Porchettiamo”, torna il festival delle porchette d’Italia
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Dal 17 al 19 maggio San Terenzio di Gualdo Cattaneo (Perugia) organizza la 11esima edizione di Porchettiamo – il Festival delle Porchette d’Italia, una delle manifestazioni enogastronomiche più rappresentative del centro Italia.

Immagine simbolo di Porchettiamo

Centro dell’evento sarà ancora una volta Piazza Vittorio Emanuele III, con i suoi stand espositivi e commerciali per l’acquisto esclusivo dei mini panini degustazione delle Porchette provenienti dalle principali regioni italiane.

Affiancano una selezionata rosa di produttori umbri , le porchette provenienti da: Lazio, Calabria, Sicilia e Sardegna. Dopo il successo dello scorso anno torna la Sicilia con la porchetta di maialino nero allevato allo stato brado di Nebrodi di Giuseppe Oriti; dopo un anno di assenza anche la Sardegna con il maiale sardo.

E, poi, lo spazio dedicato ai vini del territorio, in collaborazione con la Strada del Sagrantino e le migliori cantine, per ritrovare, in chiave elegante e contemporanea, la suggestiva atmosfera delle antiche fraschette, luoghi privilegiati per il consumo di vino e porchetta.

Grazie alla consolidata collaborazione con Fermento Birra, sarà presente la sezione dedicata alle migliori birre artigianali italiane e straniere del momento: Birra Perugia, Ritual Lab, Birrificio Italiano, Foglie d’Erba, Vetra, CRAK, MC77, oltre una selezione tedesca e belga.

Interamente dedicato ad una selezionata rosa di cibi di strada sarà il Giardino del Castello: dalla Sardegna alla Toscana, una rassegna dei migliori cibi di strada d’Italia, dal lampredotto fiorentino, alle migliori Olive ascolane. Presente anche il panino Gluten free, in collaborazione con l’Associazione Italiana Celiachia.

Il logo di Porchettiamo 2019
Il logo di Porchettiamo 2019

Novità di quest’anno, al Giardino, anche uno stand gestito da giovanissimi imprenditori del territorio con prodotti di eccellenza: tutte piccole aziende bio a gestione familiare. Lo stand si chiamerà Quality Km0.

Quality è un brand ideato per promuovere i prodotti di Castelli di Gusto, ovvero un gruppo di aziende agricole localizzate nel territorio del comune di Gualdo Cattaneo. La peculiarità di queste aziende agricole sta nell’essere condotte esclusivamente da giovani, che si stanno impegnando in progetti di collaborazione reciproca.

Il nome Castelli di Gusto richiama fortemente il territorio, infatti si ispira ai tanti castelli medievali sparsi nel comprensorio di Gualdo Cattaneo e, al tempo stesso, ai prodotti di alta qualità delle aziende agricole che ne fanno parte.

Le specialità che saranno proposte per Porchettiamo hanno come elemento principale il Km0 e sono: Salsiccia pastellata fritta; polpettine d legumi fritte; Cono di erbe e fiori spontanei fritti; “Rotolo” con farine di legumi.

Numerose le attività collaterali: dall’animazione alla musica di strada, dai laboratori didattici-creativi per bambini di pittura e disegno sul tema del maiale, alle passeggiate a piedi in compagnia di guide professioniste, per scoprire i sentieri che conducono ai Castelli Medievali del territorio, fino al Pig-Nic, l’appuntamento con Porchetta e Vino sull’erba.

“Porchettiamo”, torna il festival delle porchette d’Italia
Redazione

]]>
11569
A Castiglione Tinella è arrivato il Giorno delle orchidee https://www.gustosamente.it/giorno-delle-orchidee-2/ Mon, 29 Apr 2019 15:18:26 +0000 https://www.gustosamente.it/?p=7071 Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Domenica 5 maggio Castiglione Tinella (Cuneo) organizza Il Giorno delle Orchidee. L’evento primaverile permetterà di trascorrere una giornata immersi nella natura, camminando sui sentieri tra i vigneti e gustando l’enogastronomia locale. Il programma prevede il ritrovo sulla piazza XX Settembre a partire dalle ore 10 e partenza alle ore 10.30 della passeggiata che attraversa il …

A Castiglione Tinella è arrivato il Giorno delle orchidee
Redazione

]]>
Gustosamente.it
Gustosamente.it - Il sito per chi vuole scoprire il bello ed il buono dell'Italia

Orchidee a Castiglione Tinella
Orchidee a Castiglione Tinella

Domenica 5 maggio Castiglione Tinella (Cuneo) organizza Il Giorno delle Orchidee. L’evento primaverile permetterà di trascorrere una giornata immersi nella natura, camminando sui sentieri tra i vigneti e gustando l’enogastronomia locale.

Il programma prevede il ritrovo sulla piazza XX Settembre a partire dalle ore 10 e partenza alle ore 10.30 della passeggiata che attraversa il territorio comunale ammirando anche il parco panoramico-naturalistico Versi in Vigna, allestito recentemente.

Si arriverà al Bosco delle Badie dove si potrà ammirare la fioritura dell’Orchis Purpurea, una delle tante orchidee spontanee delle Langhe; sarà poi servita a tutti i partecipanti una “generosa merenda di mezzogiorno” a cura della Associazione Contessa di Castiglione e della Bottega del vino Moscato.

Dopo pranzo è previsto il suggestivo concerto nel bosco che quest’anno avrà come protagonista il Paolo Chiesa Trio, ensemble di violini e violoncello che proporrà una scaletta di brani classici.

Riparte poi la passeggiata sui sentieri, arrivando al punto panoramico San Carlo, dove si potrà ammirare l’esteso paesaggio di Langhe, Roero e Monferrato gustando dolci artigianali accompagnati dal vino Moscato d’Asti. Si ritorna poi, verso le ore 17, alla piazza di partenza.

La partecipazione ha un costo di 12 euro, comprensiva di pranzo, concerto e degustazione (ridotta a 6 euro per i bimbi under 10 anni). Sono consigliate scarpe e abbigliamento comodi, per un percorso su sterrato lungo circa 5 km. In caso di maltempo l’evento sarà annullato.

A Castiglione Tinella è arrivato il Giorno delle orchidee
Redazione

]]>
7071