La ricetta di ViBi: Polpo alla paprica (con qualche curiosità)

Il mare è abitato da creature incredibili, alcune con poteri “divinatori” e con altruismo a tutta prova. Prendete il polpo, o piovra che dir si voglia. Dire che sia bello è impossibile, al massimo si può dire che è buono … nell’insalata di mare, in umido, alle patate, con gli spaghetti, …

Di certo è un mollusco di cuore, perché ne ha ben tre, ed è un vero e proprio camaleonte del mare: ha, infatti, la capacità di cambiare colore molto velocemente e con grande precisione nel dettaglio. Sfrutta questa abilità sia per mimetizzarsi sia per comunicare con i suoi simili.

Caratteristica principale del polpo è la presenza di una doppia fila di ventose su ognuno degli otto tentacoli: al centro di questi otto tentacoli (di lunghezza variabile tra i 40 centimetri ed il metro), sulla parte inferiore, si trova la bocca che termina con un becco corneo utilizzato per rompere gusci di conchiglie e il carapace dei crostacei dei quali si nutre.

Altra caratteristica? Ah, sì …può spostarsi rapidamente espellendo con forza l’acqua attraverso un sifone, che viene utilizzato anche per l’emissione dell’inchiostro nero usato in funzione difensiva per confondere possibili predatori.

Il “potere divinatorio” di questo mollusco, che può raggiungere anche i sette-otto chili di peso, è stato evidenziato durante i Mondiali di calcio del 2010 quando il polpo Paul, che viveva nell’acquario del centro di vita marina di Oberhausen, in Germania, predisse, senza sbagliare un colpo, i risultati della nazionale tedesca e quella della finale di quell’evento sportivo. Per la cronaca, Paul morì per cause naturali in quello stesso anno, nella notte tra il25 e il 26 ottobre.

 

polpo-alla-paprika_001E per finire … la ricetta!

Vi proponiamo una ricetta veloce veloce che gentilmente ci ha segnalato la nostra amica Vi Bi, ovviamente in tema: polpo alla paprica.

Vi potremmo spiegare esattamente come pulire e cuocere il polpo, ma diamo per assodato che lo sappiate già. In caso contrario, cliccate qui.

Dopo averlo pulito, ponete il polpo in casseruola con abbondante acqua, cottura a fuoco lento per circa un’ora, oppure mezz’ora se in pentola a pressione.

Una volta cotto e scolato, lasciatelo raffreddare e poi tagliatelo a pezzetti; preparate un’emulsione di olio e paprica dolce (dosi a piacere, ma ne consiglio tanta) e conditevi il polpo, aggiungendo infine una macinata di pepe nero e prezzemolo fresco.

 

Buon appetito!

Lascia il tuo voto!

Tags : , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *