Marche: quattro mostre nel segno della Misericordia

Strette nella morsa di due giganti del turismo come Toscana ed Umbria, le Marche hanno messo in campo una strategia più aggressiva per valorizzare il loro immenso patrimonio.

Regione MarchePer la loro conformazione le Marche possono essere considerate come un’unica grande città, una città che può essere percorsa facilmente da nord a sud, da ovest ad est in poco più di 90 minuti di viaggio, con un percorso che tocca le località più importanti.

Una regione, le Marche, che per attrarre turisti anche dalle vicine Umbria e Toscana ha deciso di far conoscere maggiormente il suo grande patrimonio artistico, “costruito” da uomini che hanno fatto la storia dell’arte in Italia. E, quindi, nel mondo.

Nel quadro delle tante manifestazioni in calendario, brillano quattro grandi mostre la cui collocazione permette di coprire strategicamente il territorio regionale, il cui tema centrale si collega al Giubileo straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco.

Le quattro mostre sono: Francesco nell’arte: da Cimabue a Caravaggio, dal 5 marzo al 30 giugno presso la Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno; Lotto,Tiziano, Guercino: le stanze segrete di Vittorio Sgarbi, dal 18 marzo al 30 ottobre presso Palazzo Campana di Osimo (Ancona); Santa Maria Maddalena, tra peccato e penitenza: da Duccio a Canova, da luglio a ottobre presso il Museo Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto (Ancona); Maria Mater Misericordiae, dal 29 ottobre al 29 gennaio 2017 a Senigallia (Ancona).

Francesco nell’arte: da Cimabue a Caravaggio – Nel lontano 1215, San Francesco d’Assisi si recò per la prima Manifesto della mostra di Osimovolta nei territori Piceni, dove ebbe un grande seguito ed istituì precoci conventi maschili e femminili legati alla regola francescana. La grande influenza che la sua predicazione ebbe sul territorio, unita all’origine ascolana del primo papa francescano (Niccolò IV, 1288-1292), determinarono lo svilupparsi di una intensa iconografia legata alla figura del santo d’Assisi ed alle sue vicende personali. Grazie ai prestiti provenienti dai maggiori musei italiani, la mostra curata da Stefano Papetti e Giovanni Morello permette di ripercorrere l’evoluzione della figura di San Francesco nella pittura dal Medioevo alla Controriforma.

Lotto,Tiziano, Guercino: le stanze segrete di Vittorio Sgarbi – La mostra presenta novantadue opere fra dipinti, disegni e sculture dal Cinquecento all’inizio dell’Ottocento appartenenti alla collezione privata dello storico dell’arte e critico Vittorio Sgarbi. La mostra vuole dar conto in primis della peculiare e complessa “geografia artistica” della nostra nazione. Rappresentata in maniera significativa è la scuola marchigiana, con le opere di Nicola Filotesio detto Cola dell’Amatrice, Lorenzo Lotto, Battista Franco detto Semolei, Andrea Lilio, Giovanni Battista Salvi detto Sassoferrato, Pier Leone Ghezzi, Sebastiano Ceccarini, Giovan Battista Nini e Francesco Podesti. Ampiamente documentate sono le altre principali scuole italiane: da quella veneta a quella emiliana e romagnola da quella toscana a quella romana e napoletana.

San Francesco in preghiera (Caravaggio)Santa Maria Maddalena, tra peccato e penitenza: da Duccio a Canova – Questa mostra, curata da Vittorio Sgarbi, presenta i momenti più significativi della vita di Maria Maddalena attraverso una serie di capolavori. L’arte marchigiana propone una serie di suggestive immagini della santa a partire dalla tavola di Carlo Crivelli a Montefiore dell’Aso nella quale l’artista veneziano la ritrae nelle vesti di provocante ragazza dallo sguardo tentatore mentre la fenice ricamata sulla manica dell’abito elegante evoca il suo percorso di conversione.

Maria Mater Misericordiae – Occasione unica per poter ammirare un nucleo di opere dell’omonima mostra organizzata presso il Museo Nazionale di Cracovia in occasione della 31esima Giornata Mondiale della Gioventù, evento ufficiale del Giubileo della Misericordia. La mostra – a cura di Giovanni Morello, Claudia Caldari e Stefano Papetti ed integrata da alcuni capolavori locali – presenta opere dei maggiori artisti italiani, con particolare risalto di quelli che hanno operato sul tema mariano nelle Marche.

Tags : , , , , ,

Alcune informazioni sull'autore

La Redazione

Vi proponiamo il gusto di mangiare, bere bene, ma anche il gusto di sapere, di scoprire curiosità della passione per la nostra Penisola.