Home / Lo sapevate che...? / Genova-Casella, il ritorno del trenino del verde

Genova-Casella, il ritorno del trenino del verde

Ritorna un altro pezzo della nostra storia ferroviaria: ha ripreso l’attività il trenino Genova-Casella, che collega la città al suo verde entroterra.

Il trenino Genova-CasellaHa riaperto, dopo un’interruzione di quasi tre anni, la storica linea ferroviaria Genova-Casella. Il tracciato, lungo poco più di 24 chilometri, collega il centro di Genova con il suo entroterra, fino al paese di Casella. Un itinerario tra il verde e gli antichi paesi: romantico e unico, come i vagoni che ancora rivelano il fascino degli anni Trenta.

Il viaggio tra le due stazioni capolinea dura circa un’ora ed interessa un percorso totalmente montano attraverso le valli Bisagno e Polcevera ;  infatti, sono  ben tredici le  gallerie  che  si  attraversano,  partendo   da   un’altimetria   di   93 metri s.l.m. della stazione di Genova Piazza Manin ai 410 metri di altitudine del capolinea di Casella.

Lungo il percorso, si può scendere in una delle tante piccole stazioni intermedie e scoprire luoghi misteriosi e pieni di fascino. La Genova- Casella è infatti il mezzo ideale per fare escursioni a piedi e in bicicletta nei dintorni: è la porta d’accesso privilegiata per entusiasmanti gite nell’entroterra, come, ad esempio, nel Parco Naturale Regionale dell’Antola o, ancora, per raggiungere l’ Alta Via dei Monti Liguri.

Una storia degli anni Trenta

Un cavalcavia della Genova-CasellaL’idea di creare un collegamento più agevole tra Genova e il suo entroterra era già viva nella mente dei genovesi nella seconda metà dell’Ottocento. Inizialmente pensata come strada carrabile, subì diverse modifiche nel corso degli ultimi anni del XIX secolo, fino a trasformarsi nel progetto di un percorso ferroviario.

Superate le criticità legate al tracciato e alla natura del terreno, nondimeno alle difficoltà imposte dal primo conflitto mondiale, la ferrovia fu inaugurata il primo settembre 1929. Sin da subito il “trenino” svelò la sua doppia anima: utile mezzo di trasporto per i pendolari, ma anche svago da chi voleva godersi il verde dell’entroterra.

Nel corso dei decenni la ferrovia Genova-Casella ha resistito alle pressioni che la volevano smantellare fino ad arrivare ai giorni nostri, con quasi 90 anni di storia alle spalle, totalmente rinnovata nel materiale rotabile e nelle stazioni.

Riguardo Redazione

Redazione
Vi proponiamo il gusto di mangiare, bere bene, ma anche il gusto di sapere, di scoprire curiosità della passione per la nostra Penisola.

Controlla anche

Montebello e il mistero di Azzurrina

Un giorno a noi sconosciuto dell’anno 1370, nella Roccaforte di Montebello, nell’attuale provincia di Rimini, …