Itinerari Category

Il Sentiero del silenzio (Altopiano di Asiago) è una piacevole passeggiata in una piana alpina che riporta indietro di cent’anni. Benché il centenario della Grande Guerra stia passando nel disinteresse nazionale, le vacanze estive possono essere l’occasione per conciliare il legittimo desiderio di una piacevole passeggiata con un momento di riflessione su un evento che 100 anni toccò, spesso tragicamente, moltissime nostre famiglie. Ad esempio, per chi si trova in vacanza sull’Altipiano di Asiago (Vicenza) consigliamo una gita alla piana di Campomuletto, nel comune di Gallio. È un territorio caratterizzatoLeggi l'articolo
Vista di Portoferraio
È arrivata una nuova estate e, come avviene ormai da decenni, frotte di turisti si apprestano a prendere d’assalto l’Elba. Questi turisti sono attratti dalla bellezza del suo mare, delle sue spiaggette, dei suoi borghi. Pochissimi di loro hanno però coscienza di approdare su un’isola carica di storia e di storie, e la cui origine affonda addirittura nei fascini della mitologia. Si racconta, infatti, che dopo essere emersa dalla spuma del Mar Tirreno, Afrodite, la dea dell’amore e della bellezza, nel raggiungere l’amato Eros che l’attendeva trepidante sulla spiaggia, perseLeggi l'articolo

Scritto il Marzo 22, 2018Da Bruno BridaIn Itinerari

Tremonte, il borgo che diede i natali alla Brianza

La Domenica delle Palme di ogni anno si ricorda a Tremonte, piccolo borgo vicino a Lecco, la nascita ufficiale del territorio oggi conosciuto come Brianza. Pochi sanno che fu una singolare assise, tenutasi il 6 dicembre 1435 in un piccolo borgo chiamato Tremonte, a diffondere e consolidare il nome Brianza come identificativo del territorio collinare tra Milano e il Lago di Como. Quanto si discusse nella riunione, non riguardò però i confini territoriali ma rivendicazioni economiche e politiche. I rappresentanti di alcune comunità si riunirono infatti per esigere una maggiore autonomiaLeggi l'articolo
Il pozzo della polenta e la scalinata di Corinando
La marchigiana Corinaldo è uno dei borghi più belli d’Italia. Ed anche dei “polentoni” e dei “matti”. Chi di voi che, come noi, ha doppiato abbondantemente la boa dei 50 anni forse ricorda la canzone Scalinatella resa famosa dal grande interprete della tradizione musicale napoletana che è stato Roberto Murolo. Quella che inizia con “Scalinatèlla longa, longa, longa, longa / Strettulélla, strettulélla, addó’ sta chella ‘nnammuratèlla?”. Ebbene, una “scalinatèlla longa, longa, longa, longa” la trovate a Corinaldo. Battezza “Piaggia”, con i suoi cento gradini è il fulcro della storia eLeggi l'articolo
Commissario Montalbano

Scritto il Marzo 21, 2018Da Bruno BridaIn Itinerari

Sui luoghi veri del Commissario Montalbano televisivo

Sulle tracce del Commissario Montalbano per scoprire una Sicilia segreta, anche da … mangiare! Non vi siete persi un appuntamento in tivù con il Commissario Salvo Montalbano – Luca Zingaretti e siete così affascinati dai luoghi in cui si svolgono le sue inchieste (Vigata, Marinella, Montelusa, la Mannara) che state facendo un pensierino per andarli a visitare, magari usando come guida uno dei libri di Andrea Camilleri? Magnifico progetto … a parte che non insistiate a cercare sulla carta Vigata, Marinella, Montelusa, la Mannara, perché Andrea Camilleri ha inscenato iLeggi l'articolo
Chiesetta di Santo Spirito

Scritto il Marzo 13, 2018Da Bruno BridaIn Itinerari

Nella Chiesetta di Santo Spirito il Cristo sparato

Quasi al termine della Valle Aurina si trova la Chiesetta di Santo Spirito. Al suo interno un crocefisso che causò la morte di un sacrilego cacciatore. Oscurata turisticamente per decenni dalla più nota Val Pusteria, con cui “condivide” quel piccolo gioiello che è Brunico, la Valle Aurina (Bolzano) può essere considerata una sorta di Scandinavia d’Italia. È, infatti, quassù che, almeno una volta ogni quattro-cinque anni, si possono ammirare le uniche aurore boreali visibili dalla Penisola. A questo aggiungere ottanta ghiacciai, pascoli di montagna e tanti boschi ed avrete il quadroLeggi l'articolo

Scritto il Febbraio 28, 2018Da Bruno BridaIn Itinerari

Basilicata ed i riti della Settimana Santa

La Basilicata, come hanno scritto autorevoli studiosi, «si presenta rispetto alla tradizione popolare come un’area prevalentemente conservativa». Nelle campagne della Basilicata, soprattutto in quelle del materano, sopravvivono usi e tradizioni la cui origine si perde nella notte dei tempi. Tra questi i più spettacolari e coinvolgenti sono quelli legati ai Riti della Settimana Santa. Matera – Con “Mater Sacra”, torna fra i Sassi la struggente rievocazione della passione di Cristo. Momento di grande coinvolgimento emotivo che vede protagonista la Murgia e l’intera Gravina con la riproposizione della crocifissione di GesùLeggi l'articolo
Al Passo Dordona con le Retiche sullo sfondo

Scritto il Novembre 13, 2017Da Bruno BridaIn Buono a sapersi, Itinerari

Passo Dordona, tra natura, storia e polenta

Per secoli è stato il Passo Dordona ha consentito agli abitanti della Val Brembana di comunicare con quelli della Valtellina. Gran bella cosa la viabilità moderna. I nuovi tracciati portano a destinazione con un risparmio di ore rispetto un tempo. Certo, qualcosa si perde nel viaggio, magari quel “qualcosa” che avrebbe reso più interessante, anche se più lento, il viaggio. Un esempio è rappresentato dall’accesso alla Valtellina e alle sue località turistiche. Per i lombardi, ed i milanesi in particolare, è stato per decenni un incubo, segnato da code interminabili.Leggi l'articolo